2018/12/20

TOTÒ STELLA un ricordo

 STELLA (-cometa) 


     2 luglio 2017. E' andato via  Totò Stella.           
    
     Un uomo unico, diverso irripetibile. 
Cultura, dolcezza, discrezione, sincerità, onestà intellettuale, accettazione della sofferenza, amore per il creato, per la natura, piante, animali, tutto accolto con una profondità di pensiero unico.  

     Era bello stare con lui. Bello sentirlo parlare, ascoltare le sue considerazioni, sempre profonde, puntuali, vere. 

     Io che ho letto Aut-Aut di Søren Kierkegaard, opera dedicata all'uomo etico, ho sempre ritenuto che Totò Stella fosse/era un uomo ETICO che avrebbe potuto venir fuori solo dal Vangelo dettato da Gesù. 

     Modestia estrema gli impediva ogni possibile velo di narcisismo. Mai mise in luce la sua poderosa cultura, le sue estese conoscenze. Mai parlò male di nessuno, mai usò violenza contro qualcuno.  

     La sua vita era pulita, candida, segnata da un forte equilibrio e da un senso di rispetto verso  l'uomo. Di qualsiasi condizione sociale, da qualunque parte del mondo fosse venuto. La sua filosofia era il dovere e il rispetto verso tutti.

     Oggi, 18 dicembre 2018, l’Istituto Magistrale G. B. Vico, dove insegnava, si è attivato per titolargli l'Aula Magna, per ricordare i meriti di questo uomo che ha lasciato il segno della sua bontà e del suo carattere in tutti coloro che lo hanno incontrato, ascoltato, apprezzato. 

     Io posso affermare  che il suo equilibrio ha inciso fortemente le nostre coscienze. Possiamo averlo come modello, ma non è facile imitarlo. Tarderà a nascere, se nascerà un uomo di tale spessore culturale e carisma, di tale dirittura morale.